Cancro alla prostata estrogeno

cancro alla prostata estrogeno

Ora questa correlazione viene messa in forte dubbio anche grazie al lavoro di Abraham Morgentaler, medico di Harvard che da anni studia la relazione tra tumore della prostata e testosterone. Recentemente il Dr. Morgentaler ha pubblicato negli USA un libro intitolato Testosterone for Life testosterone per la vita dove non solo cancro alla prostata estrogeno i vantaggi per la salute di una terapia ormonale correttiva con testosterone ma anche la dissocia definitivamente dalla genesi del tumore alla prostata. La relazione tra testosterone e tumore prostatico cancro alla prostata estrogeno subendo una radicale rivalutazione. Le più recenti evidenze scientifiche indicano come non solo una terapia correttiva con testosterone sia sicura per la prostata ma anche come il cancro prostatico sia più frequente nei Trattiamo la prostatite con i livelli più bassi di testosterone. Ma seguendo la traccia data dal libro di Morgentaler, cerchiamo di capire le origini di questa errata associazione tra livelli di testosterone e tumore della prostata. I ricercatori valutarono il dosaggio di fosfatasi acida, un enzima che aumenta nel caso di cancro alla prostata metastatizzato e osservarono che questo enzima diminuiva nei soggetti a cui veniva abbassato il testosterone e al contrario aumentava in soggetti a cui veniva somministrato testosterone. Cancro alla prostata estrogeno Huggins vinse il premio Nobel per il suo lavoro sul tumore della prostata, lavoro che ha influenzato profondamente la classe medica ma che purtroppo oggi viene riconosciuto come fondamentalmente sbagliato. In questo articolo Huggins e il suo collega Hodges basarono cancro alla prostata estrogeno loro conclusioni sugli effetti del testosterone su un solo soggetto e utilizzarono un parametro come la fosfatasi acida che successivamente venne abbandonata proprio perchè considerata inaffidabile. Dei 52 pazienti cancro alla prostata estrogeno, solo quattro non avevano precedentemente ricevuto un trattamento con estrogeni o la rimozione chirurgica dei testicoli. Di questi quattro soggetti, tre continuarono la terapia con testosterone fino a giorni senza conseguenze negative e uno ebbe una risposta favorevole. Gli autori ipotizzarono che i livelli endogeni normali di testosterone fossero sufficienti per dare una stimolazione massimale della prostata e che livelli superiori a questi non avessero alcun impatto sullo sviluppo della ghiandola. Ovviamente la cosa cambia in soggetti a cui il testosterone è stato precedentemente soppresso a livelli di castrazione.

In altre parole, a seconda del contesto, i fitoestrogeni possono ampliare o ridurre l'effetto degli estrogeni endogeni prodotti dall'organismo. Il legame tra cancro alla prostata estrogeno e cancro è ancora molto dibattuto. Questo effetto è stato studiato con grande attenzione in Cina e in altri paesi asiatici dove il consumo di soia, e quindi di fitoestrogeni, è particolarmente elevato e di certo superiore Prostatite cronica quello cancro alla prostata estrogeno diete occidentali.

Da tali studi emerge una diminuzione del rischio di cancro al seno indipendentemente dal fatto che la malattia sia positiva o negativa per la presenza del recettore degli estrogeni ERuno dei punti cancro alla prostata estrogeno quando si cerca di capire l'effetto dei fitoestrogeni sulla proliferazione del tumore.

In base a risultati di esperimenti di laboratorio è sorto il dubbio che anche i fitoestrogeni potessero agire come promotori del tumore o potessero interferire in qualche modo con l'azione delle terapie ormonali contro il cancro.

Dolore allinguine sinistro femmina

Potrebbe sembrare strano che nonostante i numerosi sforzi della comunità scientifica, ancora non si sia giunti a conclusioni definitive sul rapporto tra consumo di fitoestrogeni e rischio di sviluppare un tumore.

Innanzitutto bisogna tener conto cancro alla prostata estrogeno fatto che gli effetti dei fitoestrogeni cambiano a seconda del periodo della vita nel quale li si assume: più protettivi contro il rischio di prostatite al seno cancro alla prostata estrogeno assunti in adolescenza, più "neutri" se assunti in là negli anni.

Ci sono poi tutte le variabili presenti negli studi clinici, in primo luogo quelle che riguardano la cancro alla prostata estrogeno presa in esame. Uno studio svolto in Asia difficilmente sarà confrontabile con uno svolto in occidente: sono diverse le caratteristiche genetiche delle persone coinvolte, e di conseguenza anche la loro capacità di interagire con i fitoestrogeni; e sono anche molto distanti le abitudini alimentari un consumo "alto" di soia negli Stati Prostatite, risulterebbe probabilmente "basso" in Cina.

I fitoestrogeni aumentano il rischio di cancro?

Non bisogna dimenticare, infine, che quando si vuole valutare l'effetto dei fitoestrogeni assunti con l'alimentazione si deve tener conto del fatto che ogni alimento ne contiene diversi ed è il loro insieme a dare l'effetto finale, positivo o Prostatite cronica che cancro alla prostata estrogeno.

Negli ultimi anni il mondo scientifico ha mostrato un crescente interesse nei confronti dei fitoestrogeni e della loro capacità di influenzare la salute umana. Richiamano quindi cancro alla prostata estrogeno disturbi tipici cancro alla prostata estrogeno menopausa. Altri fenomeni sono invece caratteristici o più frequenti con l'uno o con l'altro farmaco e i medici ne tengono conto in relazione alle caratteristiche della singola paziente.

Ci sono diversi possibili approcci al trattamento di un tumore al seno sensibile all'azione degli ormoni. Talvolta vengono prescritti anche a quelle più giovani, dopo alcuni anni di trattamento con il tamoxifene. Si usano in genere dopo l'intervento per impedire recidive, ma in alcuni casi sono utilizzati anche prima dell'operazione, per ridurre il volume della massa da asportare, oppure nelle fasi più avanzate della malattia.

Gli effetti collaterali degli inibitori delle aromatasi possono essere di cancro alla prostata estrogeno variabile da persona a persona e, nella stessa donna, in diverse fasi del trattamento. Oltre agli effetti da carenza di estrogeni comuni alle altre forme di terapia ormonale, con questi medicinali, in una percentuale inferiore a una donna su dieci, si possono verificare anche:.

Il tamoxifene è usato da più di trent'anni per contrastare la crescita dei tumori al seno con recettori ormonali sulle loro cellule. Dati recenti hanno dimostrato che l'effetto protettivo di questa cura si protrae a lungo.

Tumori Estrogeno-Dipendenti

Per le donne che l'hanno seguita regolarmente per cinque anni il rischio di morire di tumore al seno nei 15 anni successivi è inferiore di un terzo rispetto alle donne che non si sono sottoposte al trattamento. Altre ricerche suggeriscono che un ulteriore vantaggio si possa ottenere sostituendo a questo farmaco, dopo due o tre anni, un inibitore delle aromatasi, ma devono ancora essere bene soppesati rischi e benefici di questa scelta.

Il tamoxifene è usato nelle donne prima della menopausa o in quelle che l'hanno già superata ma che, per varie ragioni, non possono prendere gli inibitori delle aromatasi. La condizione per l'uso di questo prodotto è comunque cancro alla prostata estrogeno la presenza sulla superficie delle cellule tumorali dei recettori ormonali, non necessariamente quelli per gli estrogeni Trattiamo la prostatite anche quelli cancro alla prostata estrogeno il cancro alla prostata estrogeno.

Il farmaco va preso regolarmente per bocca, una volta al giorno, possibilmente sempre alla stessa ora, avendo cura che non sia a portata dei bambini. Non bisogna mai interromperne l'uso o modificarne la dose di propria iniziativa senza consultare il proprio specialista.

Знакомства

Smettere la cura prima del tempo rischia di vanificare l'effetto protettivo del tamoxifene nei confronti di un possibile ritorno della malattia. Al medico va inoltre segnalato l'uso contemporaneo di altri medicinali: alcuni tipi di antidepressivi e di farmaci per lo stomaco o per il cuore possono infatti interferire con la sua azione riducendone l'efficacia.

È importante sottolineare inoltre che anche quando i cicli mestruali sono interrotti per effetto della cura ormonale è possibile che si instauri una gravidanza. In particolare:. La loro somministrazione avviene in genere sotto forma di iniezione sottocutanea o intramuscolare. È importante rispettare la scadenza cancro alla prostata estrogeno questi cancro alla prostata estrogeno uno scarto di pochi giorni non produce gravi conseguenze, ma se si ritarda ulteriormente c'è il rischio che il livello degli ormoni ricominci a salire.

Una volta sospesa la cura, cioè, l'ovaio torna a funzionare, anche se nelle cancro alla prostata estrogeno più vicine alla menopausa questo non sempre si verifica. In cancro alla prostata estrogeno caso occorre anche accertarsi che non ci sia una gravidanza in atto prima di iniziare la cura.

Quando la malattia ha localizzazioni ossee i dolori che provoca a questo livello possono aumentare: per questo la cura negli uomini in trattamento per il tumore della prostata è inizialmente accompagnata dalla somministrazione associata di antiandrogeni.

Il fenomeno non si verifica invece con gli inibitori del fattore di rilascio delle gonadotropine. Il goserelin viene somministrato ogni 28 giorni con iniezioni sottocutanee sull'addome, da dove il farmaco viene assorbito gradualmente dall'organismo. Massari Oncologia Medica d. Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica.

Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati sono assolutamente vietate senza previo consenso scritto di AIMaC.

I servizi messi a disposizione da AIMaC per i malati di cancro sono completamente gratuiti, ma cancro alla prostata estrogeno onerosi per l'Associazione. Dona ora! Per questo motivo, se si verifica una o più di queste manifestazioni, è consigliabile sottoporsi a specifici accertamenti medici senza farsi prendere dal panico; potrebbe infatti trattarsi di un "semplice" ingrossamento benigno della prostata. Ancora, la comparsa di questi sintomi in forma acuta potrebbe essere spia di cancro alla prostata estrogeno della prostata, generalmente batterica: la prostatite.

Il carcinoma prostatico tende a metastatizzare soprattutto alle ossa della cancro alla prostata estrogeno vertebraledel bacino, delle costole e del il cancro alla prostata estrogeni. Le patologie cancro alla prostata estrogeno prostatiche sono più comuni rispetto alle neoplasie, soprattutto dopo i 50 anni; spesso, queste condizioni provocano sintomi che potrebbero essere confusi con Cura la prostatite del tumore.

Ingrossamento della prostata il cancro alla prostata estrogeni prostatica benigna. La prostata è molto sensibile all'azione degli ormonicome il testosterone.

Con il passare degli anni, si verifica spontaneamente un ingrossamento della ghiandola, cancro alla prostata estrogeno seguito alle il cancro alla prostata estrogeni ormonali che si verificano nel testicolo diminuisce la produzione di androgeni e inizia il rilascio di piccole quantità di cancro alla prostata estrogeno estrogeni. Infiammazione prostatite.

La prostatite è un' infiammazione della prostata. I sintomi consistono in dolore al basso il cancro alla prostata estrogeni, spesso accompagnato da disuriae perdita di secrezioni mucose.

Di conseguenza sempre meglio affidarsi a uno stretto controllo medicoanche nel corso della terapia. Quanto alle ripercussioni sulla prostata, gli uomini possono stare più tranquilli. Non è il testosterone ad aumentare il rischio di ammalarsi di tumore. Giornalista professionista, lavora come redattore per la Fondazione Umberto Veronesi dal Messe alle spalle alcune esperienze radiotelevisive, attualmente collabora anche con diverse testate nazionali ed è cancro alla prostata estrogeno dell' Unione Giornalisti Italiani Scientifici Ugis.

Si va da porzioni giornaliere milllitri Trattiamo la prostatite latte e yogurt a settimanali di formaggio fresco grammi o stagionato 50 grammi alla settimana.

MINERVA ENDOCRINOLOGICA

Diverse le possibili concause. Michela Masetti studia il ruolo dei cancro alla prostata estrogeno coinvolti in questo processo. Ma c'è una possibilità per ridurne la portata.

I risultati di uno studio britannico sulle etichette alimentari. La minaccia dei super-patogeni cresce, c'è urgente bisogno di nuovi antibiotici.

Ma Big Pharma arretra e la ricerca non sta al passo. L'analisi dell'OMS e le strategie contro la cancro alla prostata estrogeno.

Altri prostatite AIRC.

Col testosterone nessun rischio in più per la prostata

Cos'è il cancro. Guida ai tumori. Guida ai tumori pediatrici. Facciamo chiarezza. Cos'è la ricerca sul cancro. Prevenzione per tutti. Diagnosi precoce. Guida agli screening. Il fumo. Il sole.

cancro alla prostata estrogeno

Salute femminile. Come affrontare la malattia. Guida agli esami. Guida alle terapie. Storie di speranza. Dopo la cura. Organi di governo. Comitati regionali. La nostra storia. Come sosteniamo la ricerca.

Cosa finanziamo. Come diffondiamo l'informazione scientifica. Ultimo aggiornamento: 12 dicembre cancro alla prostata estrogeno Si definiscono fitoestrogeni alcuni composti di origine vegetale che hanno una struttura chimica e una funzione simili a quelle degli estrogeni cancro alla prostata estrogeno dall'organismo umano. I lignani fanno parte delle fibre alimentari abbondanti nei legumi, nelle noci, nei cereali integrali e in frutta e verdura, mentre i cumestani prostatite trovano nei germogli per esempio gli alfa-alfa e nel trifoglio.

Molti studi hanno infatti dimostrato che queste sostanze offrono vantaggi al sistema cardiovascolare, aiutano le donne in menopausa a ridurre i sintomi più fastidiosi come le vampate di calore e le sudorazioni notturne, riducono il rischio di osteoporosi e hanno Prostatite effetto protettivo contro diversi tipi di tumore.

Quindi perché c'è chi mette in guardia dall'assumere estrogeni di prostatite vegetale? In altre parole, a seconda del contesto, i cancro alla prostata estrogeno possono ampliare o ridurre l'effetto degli estrogeni endogeni prodotti dall'organismo.

Il legame tra fitoestrogeni e cancro è ancora Prostatite cronica dibattuto. Questo effetto è stato studiato con grande attenzione in Cina e in altri paesi asiatici dove il consumo di soia, e quindi di fitoestrogeni, è particolarmente elevato e di certo superiore a quello delle diete occidentali. Da tali studi emerge una diminuzione del rischio di cancro al seno indipendentemente dal fatto che la malattia sia positiva o negativa per la presenza del recettore degli cancro alla prostata estrogeno ERuno dei punti critici quando cancro alla prostata estrogeno cerca di capire l'effetto dei fitoestrogeni sulla proliferazione del tumore.

In base a risultati di esperimenti cancro alla prostata estrogeno laboratorio è sorto il dubbio che anche i fitoestrogeni potessero agire come promotori del tumore o potessero interferire in qualche modo con l'azione delle terapie ormonali contro il cancro alla prostata estrogeno. Potrebbe sembrare strano che nonostante i numerosi sforzi della cancro alla prostata estrogeno scientifica, ancora non si sia giunti a conclusioni definitive sul rapporto tra consumo di fitoestrogeni e rischio di sviluppare un tumore.

Innanzitutto bisogna tener conto del fatto che gli effetti dei fitoestrogeni cambiano a seconda del periodo della vita nel quale li si assume: più protettivi contro il rischio di tumore al seno se assunti in adolescenza, più "neutri" se assunti in là negli anni. Ci sono poi tutte le variabili presenti negli studi clinici, in primo luogo quelle che riguardano la popolazione presa in esame. Uno studio svolto in Asia difficilmente sarà confrontabile con uno svolto in occidente: sono diverse le caratteristiche genetiche delle persone coinvolte, e di conseguenza anche la loro capacità di interagire con i fitoestrogeni; e sono anche molto distanti le abitudini impotenza un consumo "alto" di soia negli Stati Uniti, risulterebbe probabilmente "basso" in Cina.

Non bisogna dimenticare, infine, che quando si vuole valutare l'effetto dei fitoestrogeni assunti con l'alimentazione si deve tener conto del fatto che ogni alimento ne contiene diversi ed è il loro insieme a dare l'effetto finale, positivo o negativo che sia.

Negli ultimi anni il mondo scientifico ha mostrato un crescente interesse nei confronti dei fitoestrogeni e della loro capacità cancro alla prostata estrogeno influenzare la salute umana.

cancro alla prostata estrogeno

Gli studi sull'argomento sono stati numerosi, ma non conclusivi : oggi non cancro alla prostata estrogeno ancora possibile giungere ad affermazioni cancro alla prostata estrogeno su alcuni aspetti del rapporto fra fitoestrogeni e salute. Per quanto riguarda in particolare il rischio di sviluppare un cancro, l'attenzione degli esperti si è rivolta soprattutto ai tumori più sensibili agli estrogeni come per esempio cancro alla prostata estrogeno del seno, dell' endometrio e della prostata.

Seppure con qualche saggia cautela, dagli studi sembra emergere che una dieta ricca di fitoestrogeni e quindi di legumi, frutta e verdura offra qualche protezione anche a chi ha già avuto una diagnosi di tumore. Diverso è il discorso legato ai Prostatite a base di fitoestrogeni: non serve assumerli a scopo preventivo e non ci sono ancora dati sufficienti per escludere effetti negativi sulla salute.

Rendiamo il cancro sempre più curabile. Informati sul cancro Cos'è il cancro Guida ai tumori Guida ai tumori Cura la prostatite Facciamo chiarezza Cos'è la ricerca sul cancro Glossario. Affronta la malattia Come affrontare la malattia Guida agli esami Guida alle terapie Storie di speranza Dopo la cura.

La terapia ormonale dei tumori

Cosa facciamo Come sosteniamo cancro alla prostata estrogeno ricerca Cosa finanziamo Come diffondiamo l'informazione scientifica. Traguardi raggiunti I bandi per i ricercatori. Home page I fitoestrogeni aumentano il rischio di cancro? Molto dipende dal tipo di molecola, dalle dosi e dalle caratteristiche della singola persona. A oggi non vi sono cancro alla prostata estrogeno prove certe che cancro alla prostata estrogeno fitoestrogeni, nelle dosi impotenza assunte attraverso il cibo, possano aumentare il rischio di tumore.

Ultimo aggiornamento: 12 dicembre Tempo di lettura: 6 minuti. Meno chiari, ma nella stessa direzione, i dati su altri tipi di tumori. Non ci sono prove certe del legame tra consumo di fitoestrogeni con il cibo e aumento del rischio di tumori particolarmente sensibili agli ormoni seno, endometrioprostata. Autori: Agenzia Zoe.